Rolex 24 At Daytona

Daytona Beach, FL, USA

January 28 - 29, 2012

4 MESI AL VIA: CRESCE IL GRUPPO DEI “CAMPIONI DEL 50O ANNIVERSARIO”; FERRARI & AUDI SI UNISCONO ALLA “ROLEX SERIES” 2012


October 3, 2011
Attesissima dai piloti, dalle case automobilistiche e dai tifosi di tutto il mondo, la Rolex 24 At Daytona è la prima gara più importante della stagione mondiale di automobilismo. Ogni anno, a gennaio, la Daytona International Speedway (Daytona Beach, Florida, USA) prende vita per festeggiare questa straordinaria gara di resistenza, considerata dai piloti come una delle competizioni più difficili al mondo da vincere.

Crescente attesa per il 50o anniversario del 2012
L’edizione 2012 segnerà il 50o anniversario della Rolex 24 At Daytona. In attesa di questa importante data, ogni mese esamineremo la storia, i personaggi e gli eventi che hanno reso leggendaria questa gara. Questo mese diamo uno sguardo alle recenti “new entry” nel gruppo dei “Campioni Overall del 50o Anniversario” e alle ambizioni di Audi e Ferrari in vista della Daytona 2012:.

Raduno di cinquanta
Daytona International Speedway (DIS), Rolex e GRAND-AM hanno unito le forze per portare tutti i passati vincitori della Rolex 24 At Daytona e le rispettive auto a un raduno che nel 2012 celebrerà il 50o anniversario della gara. Questa “missione” è stata annunciata lo scorso gennaio e ha dato il via al lungo e impegnativo lavoro di ricerca di tutti i passati vincitori e auto per commemorare i 50 anni di storia e prestigio della Rolex 24 At Daytona.

Alcune “new entry” hanno confermato la propria presenza a quest’attesissima esibizione dei Campioni Overall, tra cui la n. 6 Lola T70 Chevrolet messa in campo dal leggendario proprietario d’auto Roger Penske e condotta alla vittoria nella Rolex 24 Ore di Daytona del 1969 dagli americani Mark Donohue e Chuck Parsons. Quella fu la prima vittoria per Penske sulla Daytona International Speedway e la prima per la Chevrolet in una gara di endurance internazionale.

La strategia di gara fu cruciale per il successo di Donohue e Parsons nel 1969. Penske riteneva che l’attrito si sarebbe rivelato fondamentale per la vittoria ed esortò i suoi piloti a gareggiare con un ritmo moderato. La n. 6 Lola T70 ebbe molti problemi, ma ciò nonostante i piloti di Penske furono gli unici sopravvissuti dei favoriti pre-gara, decimati da vari incidenti e guasti meccanici. Anche dopo aver trascorso più di due ore nei box, con più di 31 fermate, la No. 6 Lola T70 vinse con un vantaggio di 30 giri, percorrendo un totale di 626 giri e 2.382,63 miglia (3.834,47 km).

All’esibizione del 50° Anniversario dei Campioni Overall parteciperà anche la prima Porsche che debuttò alla Rolex 24 At Daytona: la n. 54 Porsche 907. Guidata da Vic Elford (GBR), Hans Herrmann (GER), Jochen Neerpasch (GER), Rolf Stommelen (GER) e Jo Siffert (CHE), la Porsche 907 n. 54 conquistò la vittoria Rolex nel 1968 - il primo trionfo della serie record di 22 vittorie assolute che la Porsche andò poi a conquistare in questa prestigiosa sfida di 24 ore.

A quel tempo, la Porsche stava ancora inseguendo la sua prima vittoria nella Rolex 24 e mise in campo cinque Porsche 907 bianche a coda lunga. La prima Porsche 907 guidata da Siffert ed Hermann era pronta a vincere, ma mentre la gara si avvicinava alla conclusione l’auto perse 22 minuti ai box per riparare un collegamento dell'acceleratore, vanificando ogni possibilità di vittoria per la squadra. L’altra Porsche 907, la n. 54 condotta da Elford, Neerpasch e Stommelen (che si aggiunse al line-up dei piloti durante la gara quando Neerpasch si ammalò), stava gareggiando in maniera impeccabile. Date le circostanze, il direttore della Porsche Racing, Huschke von Hanstein, chiese a Elford di cedere la guida a Siffert e Hermann per qualche giro, in modo che i loro nomi potessero essere associati con questa vittoria; Elford acconsentì e la prima vittoria della Porsche alla Rolex 24 At Daytona fu dunque merito di un lavoro di squadra vero e proprio, con cinque piloti nell’elenco dei vincitori ufficiali per la vettura n. 54.

Altre due auto che parteciperanno alla storica esibizione saranno l’Arciero Racing n. 96 Lotus-Climax 19B che aveva vinto la prima edizione della Rolex 24 nel 1962, e la n. 98 Toyota Eagle schierata dal team All American Racers Toyota di Dan Gurney, vincitore della Rolex 24 At Daytona nel 1993.

Gurney vinse l’edizione inaugurale della Rolex 24 At Daytona nel 1962; a quel tempo questo evento era una gara di tre ore nota come Daytona Continental. Gurney aveva un vantaggio apparentemente insormontabile, ma a un minuto e 40 secondi della scadenza del tempo limite, il motore si guastò e Gurney costeggiò sull’alta bancata. Gurney sapeva di dover aspettare la scadenza del tempo di gara per vincere; se avesse tagliato l’arrivo prima delle tre ore, gli sarebbe stato impossibile percorrere un altro giro completo. Gurney aspettò pazientemente sul tri-ovale, confidando nella forza di gravità per conquistare la vittoria. Quando l'orologio scoccò le tre ore, svoltò a sinistra e costeggiò gli ultimi cinque piedi del tracciato fino alla bandiera a scacchi e conquistò la vittoria. Fu la corsa di auto sportive più veloce mai disputata negli Stati Uniti, nonostante uno dei finali più lenti: Gurney percorse 82 giri a una media di 104,101 miglia all’ora (167,534 km all’ora) sulla Lotus 19B.

Più di 30 anni dopo, Gurney vinse di nuovo la Rolex 24 At Daytona con il suo All American Racers Toyota team e la n. 98 Toyota Aquila Mk III, guidata dagli americani P.J. Jones, Rocky Moran e Mark Dismore. La squadra riprese il controllo della gara del 1993 a 96 minuti dalla fine e vinse percorrendo 698 giri a una media di 103,503 mph (166,57 kmh). Oltre alla vittoria, la Toyota n. 98 conquistò anche un posto nella storia con il giro record di pole position in cui Jones raggiunse 136,520 mph (219,71 kmh), il giro più veloce di tutti i tempi con un’auto sportiva sul percorso di Daytona.

Tutte queste vetture si uniranno alle già preannunciate Preston Henn Porsche, legate alle vittorie della Rolex 24 nel 1983 e 1985. Altre auto saranno annunciate con l’avvicinarsi del 50° anniversario della Rolex 24 At Daytona.


La Ferrari perpetua il patrimonio nel 50° anniversario
La Ferrari ritorna alla Daytona International Speedway (DIS) per la Rolex 24 At Daytona 2012, teatro di numerosi momenti di gloria per questo celebre produttore. Molte delle nuove Ferrari F458 Italia, costruite appositamente per le gare della Rolex Sports Car Series, parteciperanno alla gara del 50° anniversario a gennaio, avendo completato con successo due giorni di test presso il DIS lo scorso luglio.

La prima presenza della Ferrari a Daytona risale all’edizione inaugurale della Daytona Continental nel 1962, con nove Ferrari tra i 50 partenti. Le Ferrari hanno gareggiato in 47 delle 49 edizioni della classica gara di endurance di Daytona, conquistando cinque vittorie overall su 15 vittorie di classe.

Il team principal della Ferrari di Fort Lauderdale, Ronnie Vogel, ha dichiarato: "Abbiamo un buon feeling sulla vettura e i piloti si sentono a loro agio. Siamo davvero lieti di partecipare alla 50a Rolex 24 At Daytona dove abbiamo intenzione di correre con due auto." Steve Hallam, Executive Vice President for Competition del team Michael Waltrip Racing, ha dichiarato che anche il team NASCAR sta seriamente pensando di gareggiare con due delle nuove Ferrari nella Rolex Sports Car Series 2012. Il ritorno della Ferrari è una delle tante storie intriganti del 50° anniversario della Rolex 24 At Daytona della prossima stagione. Si prevede la partecipazione di quattro o anche sei F458 Italia, con l’obiettivo di aggiungere un nuovo capitolo alla grande eredità della Ferrari a Daytona.


L’Audi costruirà la R8 LMS Race Car per la Classe GRAND-AM Rolex Sports Car Series GT
La brillante auto sportiva Audi GT3 ha celebrato più di 100 vittorie in Europa, Asia, Australia e Sud America e dal 2012 l'Audi R8 LMS sarà disponibile anche sul mercato nordamericano. Alla luce di questo, l’Audi ha annunciato la sua intenzione di costruire una versione della R8 LMS per la GRAND-AM Rolex Sports Car Series.

GRAND-AM collabora con l’Audi a questo progetto dall’agosto 2009 e l’auto dovrebbe fare il suo debutto agonistico al 50° anniversario della Rolex 24 At Daytona. "L'anniversario della 24 At Daytona è un'occasione perfetta per il debutto della versione statunitense della nuova Audi R8 LMS," ha dichiarato Romolo Liebchen, responsabile del dipartimento Customer Racing Quattro GmbH.

"Questo è un altro importante passo avanti per la Rolex Sports Car Series e la classe GT", ha dichiarato il Vice Presidente GRAND-AM Competizioni, Dave Spitzer. "Sappiamo di avere un supporto incredibile per l’Audi tra i nostri tifosi e non vediamo l'ora di sentire e vedere la splendida R8 in gara con il resto della classe GT." La Rolex Sports Car Series Audi R8 utilizzerà un motore 5.0-litri V10 e un telaio in alluminio di serie Audi. La potenza del motore e le prestazioni aerodinamiche saranno modificate leggermente per adeguarsi agli attuali livelli di performance GT della Rolex Series.

Le squadre avranno la possibilità di testare la nuova Audi durante i test liberi sulla Daytona International Speedway nel mese di novembre e dicembre. La stagione della Rolex Sports Car Series 2012 prenderà il via con l’annuale prova “Roar Before the Rolex 24 At Daytona” all'inizio di gennaio; il 28-29 gennaio si disputerà la 50a Rolex 24.


Rolex Cosmograph Daytona: un tributo alla culla della velocità
La Rolex 24 Hours of Daytona è una gara di prestigio mondiale e premia i suoi vincitori con un posto nella storia dell’automobilismo e un Rolex Cosmograph Daytona d’acciaio, eletto “orologio più raro al mondo” dalla rivista WatchTime.

Rolex iniziò la sua lunga associazione con la Daytona International Speedway nel 1959. Nel 1963 Rolex lanciò la nuova linea “Cosmograph”, ma fu solo nel 1965 che sul quadrante fu aggiunto il nome “Daytona”, in onore di questa grandiosa gara che si svolge in Florida. Progettato per gli amanti della velocità, il Rolex Cosmograph Daytona consente a chi lo indossa di cronometrare i tempi di gara e calcolare le velocità medie.

Nel 1992 Rolex assunse il ruolo di Title Sponsor nella gara di 24 ore di Daytona, che da allora è divenuta una delle competizioni di endurance più prestigiose al mondo insieme alla 24 Ore di Le Mans. 

Per maggiori informazioni sul Rolex Cosmograph Daytona siete pregati di visitare il sito www.rolex.com.
 

La Rolex 24 Hours at Daytona
La Rolex 24 Hours Of Daytona, la competizione di sports car più prestigiosa in America e una delle due gare automobilistiche al mondo di 24 ore, celebrerà il suo 50esimo anniversario sulla Daytona International Speedway nel 2012. Questa gara segna l’inizio del calendario internazionale di motorsport e dà il via alla GRAND-AM Rolex Sports Car Series. L’impegnativo percorso di Daytona, lungo 5.73 km, richiama ogni anno i migliori piloti al mondo.

Per maggiori informazioni sulla Rolex 24 Hours of Daytona o per scaricare foto ad alta risoluzione libere da diritti per uso giornalistico, siete pregati di registrarvi sul sito www.caracingnews.com.
Potete inoltre seguire caracingnews anche su Twitter.

Contatti per la stampa internazionale
Karen Cooper
M: +41 79 267 2300
E: karen@kpms.com

Key Partners (KPMS) Main Office
T: +41 32 724 2829
E: info@caracingnews.com
www.caracingnews.com


photo
photos